Una, due, tre… scommesse!

Scopri con noi trucchi e pronostici per vincere con le scommesse sportive online
I BONUS OGGI: 250€ WILLIAM HILL, 75€ UNIBET, 10+200€ EUROBET

Anno nuovo… polemiche vecchie!

Di Gianluca Mento

Salve a tutti, carissimi lettori.

Merkur WinSe avete letto il precedente articolo, vi sarete resi conto che i pronostici velatamente offerti nella descrizione degli incontri della prima giornata di ritorno sono stati sostanzialmente tutti centrati, nonostante non fosse per nulla facile capire il possibile andamento dei diversi match disputati, anche alla luce del fatto che, come è noto ai più, a cavallo delle feste spesso vengono fuori dei risultati che neanche il più fantasioso scommettitore potrebbe mai immaginare.

Partendo dalla capolista Napoli che, nonostante giocasse in casa contro un avversario di caratura inferiore, ha avuto la meglio solamente nella parte finale del match grazie agli acuti del difensore goleador Coulibaly e di Callejon, notizia lieta per i tifosi partenopei soprattutto la rete dello spagnolo viste le prestazioni non certo convincenti dell’ultimo periodo; il Verona ha cercato di difendersi nonostante in alcuni sporadici episodi abbia sfiorato il goal, ma la forza e la compattezza dell’avversario hanno avuto la meglio.

La Juventus, seconda forza del campionato è riuscita a portare via da Cagliari il bottino pieno faticando però più del previsto, la partita disputata ha lasciato un’ampia scia di polemiche per alcuni episodi contestati dai sardi e mal giudicati dal direttore di gara, due su tutti, il tocco di mano nella propria area di rigore del laterale bianconero Bernardeschi e la gomitata ricevuta dal centravanti cagliaritano Pavoletti, episodi che se giudicati diversamente probabilmente avrebbero portato ad un esito non certo scontato del match.

Ennesima beffa

Pareggio sfortunato per l’Inter, che ha visto sfumare al fotofinish la vittoria grazie a una rete del solito Simeone; la squadra nerazzurra è stata in vantaggio per tutta la partita, nonostante non lo meritasse, visto il gioco frizzante e spregiudicato della viola, ma ha tirato troppo presto i remi in barca pagando pesantemente questo atteggiamento difensivista.

Le due facce di Roma

Destino opposto per le due compagini della capitale, i laziali possono continuare sognando la loro strepitosa stagione, forti dell’ennesima vittoria, stavolta ai danni di una Spal troppo rinunciataria, sugli scudi il solito Immobile, autore di un poker di reti di pregevole fattura, ad aprire la festa però ci ha pensato Luis Alberto segnando un goal da cineteca; i cugini Romanisti vivono emozioni diametralmente opposte, reduci da una settimana da dimenticare dapprima per i comportamenti a dir poco discutibili di un’icona giallorossa come Radja Nainggolan che ha pensato bene di dare sfogo ai propri eccessi postando il tutto sui social network più noti e pagandone le conseguenze poi con l’esclusione nel match che vedeva opposta la sua squadra ai Bergamaschi atalantini che hanno vinto meritatamente, nonostante abbiano giocato tutto il secondo tempo con un uomo in meno a causa dell’espulsione di Martin De Roon autore del goal del vantaggio nerazzurro poi risultato determinante ai fini della vittoria finale.

Passi avanti

Squadra in ripresa è sembrata il Milan, pur vincendo solamente con un goal di scarto contro un modesto Crotone, si è vista una partita ben giocata dai rossoneri che stanno riacquistando vivacità e forma fisica, solita nota dolente la scarsa vena realizzativa degli attaccanti, questa volta sostituiti dal capitano Bonucci che con un tocco fortunoso ha insaccato il colpevole Cordaz autore di un’uscita a dir poco assurda.

Vittoria ben più meritata quella del Torino del nuovo allenatore Mazzarri, i granata ringalluzziti dall’avvicendamento in panchina hanno dominato il match contro il Bologna, l’atteggiamento dei felsinei è stato troppo rinunciatario e per di più la sorte non ha aiutato dato che il rigore conquistato ad inizio ripresa è stato malamente sprecato dal cileno Pulgar.

Benevento SampdoriaPartita senza grandi emozioni, come era facilmente prevedibile, si è dimostrata Genoa – Sassuolo, al Ferraris i rossoblu hanno conquistato la vittoria con un goal nel finale di Galabinov, rete importantissima perché ha consentito alla squadra genoana di portare in cascina 3 punti d’oro e di scavalcare in graduatoria proprio i neroverdi emiliani, diretti avversari nella lotta per non retrocedere.

La sorpresa di giornata

La sorpresa di giornata viene invece da Benevento dove i Sanniti centrano contemporaneamente due risultati preziosi e ne agevolano un terzo, infatti guadagnano dei punti contro una squadra forte come la Samp, vincono la seconda partita consecutiva e alimentano il sogno di rimonta, obiettivi che neanche il più ottimista dei tifosi giallorossi avrebbe potuto immaginare fossero raggiunti fino a qualche giorno fa.

Iniziamo il nuovo anno sperando che lo sport prevalga sulle diatribe che puntualmente accompagnano il nostro campionato e che d’ora in avanti si parli solo di ciò che avviene nei novanta minuti che tanto emozionano milioni di appassionati.

 
Pubblicato in: Calcio • Argomento: Top ^


Clicca qui per informarti e, se vuoi, registrarti gratis